©

Nozioni tecniche

Informazioni complete e conoscenze tecniche aggiornate sul legno

Informazioni approfondite e conoscenze tecniche aggiornate sul legno e i suoi nemici naturali. Protezione duratura del legno dall’acqua. Approfittate delle nostre conoscenze.

Remmers protegge in maniera sicura e sostenibile

Il materiale naturale legno

Protezione premium sull’esempio della natura

Essere circondati da questo materiale ci fa sentire a nostro agio. I maggiori architetti e costruttori ne fanno un uso sempre maggiore, in particolare per l’arredamento e il design interni, proprio per le sue caratteristiche di materiale costruttivo caldo e naturale. Il benessere e il comfort che le strutture in legno assicurano e la loro inconfondibilità sono i motivi dell’aumentata diffusione del legno come materiale da costruzione. I nostri alberi sono muniti di una protezione naturale del legno – la corteccia, che fa da scudo all’essiccazione e soprattutto dalle molteplici sollecitazioni da parte degli agenti atmosferici come sole, vento, pioggia, gelo e temperature elevate. Attraverso le radici, l’albero si procura tutte le importanti sostanze nutritive di cui ha bisogno per crescere e vivere.
Con i suoi prodotti, Remmers si è posta l’obiettivo di offrire una protezione altrettanto naturale ed efficace anche al legno usato come materiale costruttivo per mezzo di sistemi di verniciatura all’avanguardia tecnologica. Il legno, nelle sue più diverse e molteplici strutture e tonalità di colore, costituisce il supporto per l’impiego della nuova gamma di prodotti, vernici trasparenti, laccate e oli, disponibili nei migliori negozi specializzati.
Con i nuovi prodotti [eco], che fanno parte integrante della gamma completa, Remmers si assume inoltre la responsabilità di un comportamento ecologico sostenibile per l’uomo e per la natura.

I nemici naturali del legno

Il legno all’esterno è continuamente esposto all’umidità: pioggia, rugiada, acqua di condensazione ecc. fanno aumentare il contenuto di umidità, l’evaporazione lo fa diminuire. Questi due fenomeni congiuntamente causano la formazione di fessure nella superficie. L’umidità che penetra attraverso di esse o per diffusione deve poter fuoriuscire dal legno, altrimenti si accumula sotto il rivestimento e costituisce il terreno substrato per i funghi cromogeni dell’azzurramento e quelli cariogeni della marcescenza.
È perciò importante scegliere la verniciatura giusta per ogni tipologia di elemento costruttivo:

  • Per gli infissi, la stabilità dimensionale costituisce un requisito particolarmente importante. Perciò, per questo tipo di elementi, vengono utilizzate vernici ad alto spessore: la vernice impedisce le infiltrazioni di umidità in modo che i movimenti di espansione e contrazione non deformino l’elemento e, ad esempio, impediscano di poterlo aprire e chiudere correttamente.
  • Per elementi non soggetti a requisiti di stabilità dimensionale, come assiti e recinzioni, non è possibile escludere del tutto l’infiltrazione di umidità, ad esempio attraverso il legno di testa o le fessurazioni. In questo caso è importante utilizzare vernici permeabili al vapore acqueo (ad es. vernici a basso spessore) che permettono al legno di respirare e consentono all’umidità di fuoriuscire nuovamente dal legno.

Il sole sollecita le superfici del legno non solo come fonte di calore, ma anche per azione dei raggi ultravioletti che penetrano nel legno. Insieme alle precipitazioni, ciò può provocare un’alterazione cromatica delle superfici non protette anche nel giro di settimane o pochi mesi causandone l’ingrigimento.. Die La superficie del legno, inoltre, presenta piccolissime fibre rialzate e perde di solidità. La trasformazione, normalmente indesiderata, del colore e della consistenza superficiale può essere prevenuta con l’utilizzo di superfici pigmentate. Dauerschutz-Lasur UV nella tonalità UV+ offre ora per la prima volta la possibilità di verniciare legno all’esterno con una vernice trasparente incolore, che grazie agli assorbitori UV ad altissima efficacia ritardare l’ingrigimento del legno.

Alghe
In particolare in aree boschive o ricche di alberi, questi organismi inferiori causano patine organiche e difetti visivi sul legno all’esterno. HK-Lasur contiene un agente alghicida e previene la formazione di patine biologiche.

Azzurramento
L’azzurramento fa parte dei cosiddetti funghi cromogeni e appare sotto forma di macchie nero-bluastre. L’azzurramento non distrugge il legno, ma costituisce semplicemente un difetto estetico. Allo stesso tempo però causa la rottura delle pareti cellulari permettendo un più facile accesso all’acqua (capillarità) e anche ai funghi cariogeni (marcescenza).

Marcescenza
La marcescenza, o carie del legno, è la forma più pericolosa di funghi dannosi perché distrugge la struttura del legno che di conseguenza perde stabilità e diventa “marcio”.

Insetti xilofagi
Oltre ai funghi cromogeni e cariogeni, il legno ha anche nemici che provengono dal legno animale. Il capricorno del legno, ad esempio, è uno degli insetti xilofagi più pericolosi in climi temperati e aggredisce principalmente i legni resinosi.
Er Depone le uova in fessure del legno e le larve rodono prevalentemente gli strati più esterni. Anche gli altri insetti xilofagi si servono fondamentalmente dello stesso meccanismo: l’insetto depone le uova nel legno o sulla sua superficie e dall’uovo fuoriesce la larva che è il vero agente degradante.

Durabilità delle specie legnose

È sufficiente una verniciatura decorativa o è necessario un trattamento protettivo?

La necessità di un trattamento chimico per la protezione del legno all’esterno deve essere decisa in funzione della durabilità naturale della specie legnosa. Per legni classificati come “molto durevoli” o “durevoli”, in generale è sufficiente una verniciatura con prodotti senza biocidi. Per legni a durabilità “moderata” oppure “non durevoli”, è necessario un trattamento con meyyi chimici per proteggere il legno dall’azzurramento e dalla marcescenza. La classificazione delle specie legnose si riferisce unicamente al durame. Poiché, in generale, il legno commercializzato contiene anche quote di alburno, che è considerato sempre non durevole.
Questi tipi di legno non devono mai essere impiegati all’esterno senza aver ricevuto un’adeguata protezione chimica.

Protezione del legno mediante misure costruttive

Non offrire punti deboli all’umidità

L’esposizione prolungata all’umidità è la causa principale per la crescita dei funghi cromogeni e cariogeni. Per escludere il più possibile questa causa, gli elementi in legno all’esterno devono essere progettati e costruiti in modo da minimizzare le aree di contatto con l’acqua. Se ciò non fosse possibile è necessario fare almeno in modo che il legno possa asciugare rapidamente. Ristagni d’acqua sulle superfici devono essere assolutamente evitati. Le misure progettuali per la protezione del legno includono tettoie sufficientemente sporgenti, assenza di contatto tra la struttura in legno e il terreno (tenendo in considerazione anche l’acqua di spruzzo!), superfici inclinate anziché orizzontali, spigoli arrotondati e copertura delle superfici piane. Se si desidera una protezione ancora maggiore, il legno, prima della verniciatura decorativa, può essere impregnato con un protettivo biocida approvato (ad es. Holzschutz-Grund.

Istruzioni generali per l’applicazione

  • Attrezzatura
  • Preparazione
  • Applicazione