• Epoxy ST 100
  • Epoxy ST 100
  • Epoxy ST 100
  • Epoxy ST 100
    • Epoxy ST 100
    • Epoxy ST 100
    • Epoxy ST 100
    • Epoxy ST 100

    Cod. art. 636101

    Epoxy ST 100

    Resina trasparente per primer e malte

    Specifiche del prodotto

    Al termine della reazione

    Al termine della reazione

    Resistenza alla tensioflessione ca. 10 N/mm² *
    Resistenza a compressione ca. 40 N/mm² *

    I valori indicati rappresentano le caratteristiche tipiche dei prodotti e non devono essere intese come specifiche vincolanti del prodotto.

    Campo di applicazione

    • Primer, ponte di aggrappo, strato di regolarizzazione
    • Legante per la preparazione di massetti epossidici ad alta resistenza e rivestimenti autolivellanti
    • Legante e finitura per sistemi multistrato antiscivolo
    • Primer per il Sistema Remmers Deck OS 8 classic

    Caratteristiche

    • Resistente ai carichi meccanici
    • Resistente alle sollecitazioni chimiche
    • Buona capacità di penetrazione
    • Non contiene plastificanti, nonilfenoli e alchilfenoli
    • Fisiologicamente sicuro dopo l'indurimento
    • Adatto come primer senza necessità di spolvero sotto i rivestimenti poliuretanici ed epossidici Remmers
    • Preparazione del lavoro
      • Requisiti del fondo

        Il sottofondo deve essere solido, dimensionalmente stabile, compatto, esente da parti non coese, polvere, oli, grassi, tracce di gomma ed altre sostanze ad effetto distaccante.

        Il supporto deve avere una resistenza alla compressione di almeno 25 N/mm² ed una resistenza allo strappo di almeno 1,5 MPa (Pull Out Test) secondo la UNI 10966 del 2001.

        Per l'impiego nel sistema OS 8, la forza di adesione media della superficie primerizzata deve essere pari ad almeno 2,0 N/mm² (singolo valore minimo 1,5 N/mm²).

        Disponibile test report sulla classe di adesione al supporto in presenza di umidità di risalita superficiale, secondo la norma DIN EN 13578 nel sistema OS 8.

        Il supporto deve essere correttamente maturato e protetto dall'umidità di risalita capillare mediante idonea barriera al vapore.

        CalcestruzzoUmidità max. 4 %

        Massetto cementizioUmidità max. 4 %

        Massetto in anidrite Umidità max. 0,3 %

        Massetto in magnesiteUmidità 2 - 4 %

        Su massetti in anidrite e magnesite deve essere assolutamente evitata l'infiltrazione di acqua dal sottofondo o dal terreno.

        Su massetti in anidrite e magnesite è consigliata in generale l'utilizzo di sistemi permeabili al vapore.

      • Preparazioni

        Il sottofondo deve essere idoneamente preparato mediante pallinatura o levigatura al diamante, in modo da soddisfare i requisiti sopra riportati.

        Supporti molto danneggiati devono essere ripristinati utilizzando sistemi cementizi Remmers PCC o massetto epossidico Remmers EP.

    • Preparazione
      • Rapporto di miscelazione comp. A 75 : comp. B 25
      • Tempo di miscelazione 3 min
      • Dosatori combinati

        Aggiungere tutto l’indurente (comp. B) alla base (comp. A).

        Quindi mescolare con un miscelatore elettrico a bassi giri (ca. 300 – 400 rpm).

        Travasare in un recipiente pulito e miscelare di nuovo accuratamente

        Il tempo di miscelazione deve essere di almeno 3 minuti.

        La formazione di striature nell’impasto è segno di una miscelazione insufficiente.

    • Lavorazione
      • Temperatura di applicazione min. 8 °C max. 30 °C
      • A pennello / a rullo / rivestimento autoposante lavorazione in piedi
      • Tempo di vaso 25 min
      • L'indurimento può essere accelerato con l'aggiunta di ACC H. Le istruzioni relative sono disponibili su richiesta!

        Temperature elevate accorciano i tempi di essiccazione, mentre temperature più basse in generale li allungano.

    • Attrezzatura / pulizia
      • A pennello / a rullo / rivestimento autoposante lavorazione in piedi
      • Per ulteriori informazioni consultare il Catalogo attrezzature Remmers.

        Immediatamente dopo l'utilizzo, lavare le attrezzature ed eventuali macchie di prodotto fresco con diluente V 101.

        Durante la pulizia adottare idonee misure di sicurezza e di protezione ambientale.

    • Conservazione / durata
      • Conservare al riparo dal gelo
      • Conservabilità 12 mesi
      • Almeno 12 mesi se conservato nelle confezioni originali non aperte e immagazzinate in luogo fresco, asciutto e protetto dal gelo.

    • Consumo
      • Vedi esempi di applicazione

    • Esempi di utilizzo
      • Leveling layer / Roughness compensation

        Versare l'impasto caricato con aggregati fino in rapporto 1:1 sulla superficie precedentemente preparata, distribuire con una spatola idonea e, se necessario, ripassare con un rullo frangibolle.

        Per mm di spessore dello strato: circa 0,85 kg / m² di legante e 0,85 kg/m² di Selectmix 01/03

      • Primer

        Applicare il materiale sulla superficie. Distribuire sulla superficie con utensili idonei (ad es. spatola di gomma) e ripassare con un rullo in modo da saturare completamente le porosità del sottofondo.

        Potrebbero essere necessarie più mani in base alla qualità del supporto.

        circa 0,30 - 0,50 kg/m² legante (a seconda del supporto)

      • Impregnation / Solidification

        Diluire il materiale con 20 % di diluente Verdünnung V 101 e applicare a saturazione sulla superficie. Distribuire con mezzi idonei, ad esempio con una spatola in gomma, e ripassare con un rullo in modo che il prodotto penetri bene nei pori del sottofondo.

        Potrebbero essere necessarie più mani in base alla qualità del supporto.

        circa 0,30 - 0,50 kg/m² legante (a seconda del supporto)

      • Epoxy mortar

        Distribuire con una spatola idonea il materiale caricato 1:10 e lisciare.

        Per mm di spessore dello strato: circa 0,2 kg/m² di legante e 2.0 kg/m² di Selectmix 0/10

      • Base layer for blinding layer

        Versare l'impasto caricato con quarzo in rapporto 1:1 sulla superficie precedentemente preparata, distribuire con una racla dentata e, se necessario, ripassare con un rullo frangibolle.

        Sullo strato di base ancora fresco, applicare a spolvero la sabbia di quarzo.

        Dopo l’indurimento, asportare il materiale in eccesso non inglobato nella superficie.

        Per mm di spessore dello strato di base: circa 0,85 kg / m² di legante e 0,85 kg/m² di Selectmix 01/03

    • Informazioni generali
      • Tutti i valori ed i consumi riportati sono stati rilevati in condizioni di laboratorio (20° C). Nell'applicazione in cantiere possono presentarsi lievi scostamenti.

        I primer devono essere applicati sempre in modo da saturare completamente i pori del sottofondo! I consumi possono variare a seconda delle peculiarità del supporto.

        Supporti con assorbimenti non omogenei possono causare effetti estetici indesiderati, non andando comunque ad inficiare le prestazioni del prodotto.

        Per superfici continue utilizzare solo prodotti dello stesso numero di lotto, poiché potrebbero verificarsi lievi differenze estetiche.

        Fenomeni di attrito prolungato possono provocare tracce di usura sulla superficie.

        Pur essendo un legante a basso ingiallimento, non è garantita la resistenza agli agenti atmosferici e raggi UV.

        Per i sistemi OS 8 attenersi alle indicazioni dei relativi certificati di prova.

        Per ulteriori informazioni sulla lavorazione e la manutenzione dei prodotti citati, consultare le relative schede tecniche e le istruzioni per la posa Remmers.

    • Indicazioni per lo smaltimento
      • Smaltire le rimanenze di prodotto consistenti nelle confezioni originali come previsto dalla legislazione vigente. I contenitori vuoti e puliti devono essere smaltiti in apposite discariche per essere successivamente riciclati. Non smaltire il prodotto come rifiuto domestico. Non disperdere nell'ambiente. Raccolta differenziata. Verifica le disposizioni del tuo Comune.

    • Sicurezza / regolamenti
      • Solo per applicatori professionali!

        Per maggiori informazioni sulla sicurezza durante il trasporto, l’immagazzinamento, l’utilizzo e lo smaltimento e sull’ecologia consultare l’edizione in vigore della scheda di sicurezza e la brochure “Resine epossidiche in edilizia e ambiente“ dell’associazione tedesca dell’industria chimica per l’edilizia (Deutsche Bauchemie e. V., 2a edizione, versione 2009).