Cod. art. 600606

Epoxy BS 2000

Primer pigmentato all'acqua

Tonalità di colore: grigio pietra | 6006
Tonalità di colore: grigio pietra | 6006
Scegli una tonalità di colore
Confezioni

Specifiche del prodotto

Contenuto solido 55 M-%

Componente A

Densità (20 °C) 1,45 g/cm³
Viscosità (25°C) 1900 mPa s

Componente B

Densità (20 °C) 1,12 g/cm³
Viscosità (25°C) 230 mPa s

Miscela

Densità (20 °C) 1,41 g/cm³
Viscosità (25°C) 450 mPa s

I valori indicati rappresentano le caratteristiche tipiche dei prodotti e non devono essere intese come specifiche vincolanti del prodotto.

Campo di applicazione

  • Primer nei sistemi traspiranti Remmers
  • Ponte adesivo su supporti non assorbenti o debolmente assorbenti, ad esempio vecchi rivestimenti
  • Primer nei sistemi certificati DIBt per aree comuni (general building inspectorate approval Z-156.605-1414)

Caratteristiche

  • A base d’acqua
  • Eccellente adesione su molteplici tipi di supporto
  • Permeabile al vapore acqueo
  • Non contiene plastificanti, nonilfenoli e alchilfenoli
  • Fisiologicamente sicuro dopo l'indurimento
  • Preparazione del lavoro
    • Requisiti del fondo

      Il sottofondo deve essere solido, dimensionalmente stabile, compatto, esente da parti non coese, polvere, oli, grassi, tracce di gomma ed altre sostanze ad effetto distaccante.

      Il supporto deve avere una resistenza alla compressione di almeno 25 N/mm² ed una resistenza allo strappo di almeno 1,5 MPa (Pull Out Test) secondo la UNI 10966 del 2001.

      Il supporto deve essere correttamente maturato e protetto dall'umidità di risalita capillare mediante idonea barriera al vapore.

      Calcestruzzoumidità max. 6 %

      Massetto cementizioumidità max. 6 %

      Massetto in anidriteUmidità max. 0,3 %

      Massetto in magnesiteUmidità 2 - 4 %

      Su massetti in anidrite e magnesite deve essere assolutamente evitata l'infiltrazione di acqua dal sottofondo o dal terreno.

      Su massetti in anidrite e magnesite è consigliata in generale l'utilizzo di sistemi permeabili al vapore.

      L'idoneità su supporti, come piastrelle, resine esistenti e strati di livellamento, deve essere preventivamente discussa con il personale tecnico di Remmers ed eventualmente disposta un'area test.

    • Preparazioni

      Preparare il sottofondo con mezzi idonei, ad es. pallinatura, in modo da soddisfare i requisiti indicati.

      Supporti molto danneggiati devono essere ripristinati utilizzando sistemi cementizi Remmers PCC o massetto epossidico Remmers EP.

  • Preparazione
    • Rapporto di miscelazione comp. A 85 : comp. B 15
    • Tempo di miscelazione 3 min
    • Dosatori combinati

      Aggiungere tutto l’indurente (comp. B) alla base (comp. A).

      Quindi mescolare con un miscelatore elettrico a bassi giri (ca. 300 – 400 rpm).

      Travasare in un recipiente pulito e miscelare di nuovo accuratamente

      Il tempo di miscelazione deve essere di almeno 3 minuti.

      La formazione di striature nell’impasto è segno di una miscelazione insufficiente.

      Su supporti fortemente assorbenti, il prodotto può essere diluito con acqua fino ad un massimo del 10%.

  • Lavorazione
    • Temperatura di applicazione min. 8 °C max. 30 °C
    • A pennello / a rullo
    • Tempo di vaso 60 min
    • Temperature più elevate accorciano i tempi di essiccazione, mentre temperature più basse, soprattutto se unite ad elevati livelli di umidità, in generale li allungano.

  • Attrezzatura / pulizia
    • A pennello / a rullo
    • Per ulteriori informazioni consultare il Catalogo attrezzature Remmers.

      Lavare con acqua l'attrezzatura utilizzata ed eventuali schizzi di prodotto finché ancora fresco.

      Durante la pulizia adottare idonee misure di sicurezza e di protezione ambientale.

  • Conservazione / durata
    • Conservare al riparo dal gelo
    • Conservabilità 9 mesi
    • Almeno 9 mesi se conservato nelle confezioni originali chiuse ed immagazzinate in luogo asciutto.

  • Esempi di utilizzo
    • Primerizzazione

      Applicare il materiale sulla superficie. Distribuire sulla superficie con utensili idonei (ad es. spatola di gomma) e ripassare con un rullo in modo da saturare completamente le porosità del sottofondo.

      Potrebbero essere necessarie più mani in base alla qualità del supporto.

      Circa 0,15 - 0,25 kg/m² di legante (a seconda del supporto)

  • Informazioni generali
    • Tutti i valori e consumi riportati sono stati rilevati in condizioni di laboratorio (20 °C) con colori standard. Nella lavorazione in cantiere possono presentarsi lievi scostamenti.

      I primer devono essere applicati sempre in modo da saturare completamente i pori del sottofondo! I consumi possono variare a seconda delle peculiarità del supporto.

      Alcuni supporti non assorbenti o leggermente idrofobici possono creare problemi di ristagni, quindi richiedere una seconda mano.

      Il superamento del tempo di lavorabilità non è sempre riconducibile ad un aumento di viscosità del prodotto o ad un innalzamento della temperatura.

      Fenomeni di attrito prolungato possono provocare tracce di usura sulla superficie.

      Pur essendo un legante a basso ingiallimento, non è garantita la resistenza agli agenti atmosferici e raggi UV.

      Per ulteriori informazioni sulla lavorazione e la manutenzione dei prodotti citati, consultare le relative schede tecniche e le istruzioni per la posa Remmers.

      In caso di utilizzo di sistemi che richiedono l'omologazione, devono essere osservate le indicazioni contenute nella relativa documentazione.

  • Indicazioni per lo smaltimento
    • Smaltire le rimanenze di prodotto consistenti nelle confezioni originali come previsto dalla legislazione vigente. I contenitori vuoti e puliti devono essere smaltiti in apposite discariche per essere successivamente riciclati. Non smaltire il prodotto come rifiuto domestico. Non disperdere nell'ambiente. Raccolta differenziata. Verificare le disposizioni del proprio Comune.

  • Sicurezza / regolamenti
    • Solo per applicatori professionali!

      Per maggiori informazioni sulla sicurezza durante il trasporto, l’immagazzinamento, l’utilizzo e lo smaltimento e sull’ecologia consultare l’edizione in vigore della scheda di sicurezza e la brochure “Resine epossidiche in edilizia e ambiente“ dell’associazione tedesca dell’industria chimica per l’edilizia (Deutsche Bauchemie e. V., 2a edizione, versione 2009).

Attrezzi, accessori e DPI