Insetti xilofagi

Sistemi di disinfestazione moderni con la gamma prodotti Remmers

Il legno viene amato anche dagli insetti. Quando lo scelgono come dimora e inizia a rosicchiare, le conseguenze possono essere notevoli. Gli insetti xilofagi possono compromettere la stabilità di interi edifici. Prima l’infestazione viene rilevata, meglio è. Qui di seguito abbiamo predisposto una panoramica dei nemici principali del legno e come è possibile porvi rimedio con metodi al passo con i tempi utilizzando prodotti della gamma Remmers.

  • Lictidi

    (Lyctus brunneus (Stephens))


    - Lunghezza da 2,5 a 8 mm

    - Colorazione rossobruna;

    - Scudo rettangolare sul collo

    - Elitre lunghe e sottili

    - Flagello a due antennomeri

    - Tempo di generazione: 1,5 - 4 anni.

  • Larve fino a 6 mm


    - Lunghezza fino a 6 mm

    - Biancastro

    - Curvato sul ventre

    - Foro di respirazione sull’addome visibile con lente d’ingrandimento
    (Differenza dalle larve del tarlo comune)

  • Aggressione su legno di latifoglia


    - Aggressione su legni di latifoglia importati e nostrani ricchi di amidi e proteine

    - Fori da larve solo nell’alburno, con sezione rotonda

    - Distruzione fino alla polverizzazione

    - Fori di sfarfallamento rotondi di diametro 1 - 2 mm

    - Rosume fine (simile a talco) senza particelle di escrementi visibili

  • Capricorno del legno

    (Hylotrupes bajulus (L.)),


    - Lunghezza da 8 a 30 mm più grande la femmina

    - Colorazione da nero a marrone

    - Collo peloso, con scleriti a forma di goccia lucidi

    - Elitre con 1 - 2 nervature trasversali costituite da setole chiare

    - Tempo di generazione: 3 - 6 (o più) anni

  • Larve fino a 35 mm


    - Lunghezza fino a 35 mm, color avorio

    - Scarse setole

    - Corpo segmentato

    - Capo più scuro con mandibole nere

  • Aggressione su legni di conifera


    - Aggressione su legni di conifera

    - Fori da larve solo nell’alburno, a sezione ovale

    - Fori di sfarfallamento ovali 3/4 x 5 - 10 mm su sottile superficie di legno

    - Rosume fine e particole di escrementi cilindriche

  • Tarlo del legno, tarlo dei mobili, tarlo

    (Anobium punctatum (DeGeer))


    - Lunghezza da 2,5 a 5 mm più grande la femmina

    - Corpo tozzo

    - Colorazione scura, fino a nerobruna

    - Il pronoto copre la testa dell'insetto in maniera simile a un cappuccio

    - Elitre con nervature puntate

    - Tempo di generazione: 2 - 5 anni

  • Larve fino a 6 mm


    - Bis 6 mm

    - Biancastro

    - Simile alla larva di maggiolino

    - Incurvato

    - Ricoperto di sottili setole

  • Aggressione su legni di conifera e di latifoglia


    - Aggressione von legni di conifera e di latifoglia

    - Aggredisce inizialmente l’alburno e poi anche il durame del legno

    - Fori da larve a percorso irregolare a sezione rotondo

    - Fori di sfarfallamento rotondi di ca. 2 mm di diametro

    - Rosume fine e particole di escrementi rastremate da un lato

    - Tendenza ad aggressioni in massa

  • Orologio della morte

    (Xestobium rufovillosum (DeGeer))


    - Lunghezza da 3 a 8 mm più grande la femmina

    - Corpo di forma tozza

    - Corpo bruno (collo, elitre) con aree di setole giallastre

    - Il pronoto copre la testa dell'insetto in maniera simile a un cappuccio

    - I coleotteri emettono dei colpi durante il tempo dell’accoppiamento

    - Tempo di generazione: 2 - 6 (-13) anni

  • Larve fino a 10 mm


    - Lunghezza fino a 10 mm

    - Biancastro

    - Incurvato, simile alle larve di maggiolino

    - Coperto di setole sottili e aculei corti e marroni

  • Aggressione di legni di latifoglia


    - Aggressione di legni di latifoglia (in particolare roveer)

    - Aggredisce inizialmente l’alburno e poi anche il durame del legno

    - Distruzione spugnosa

    - Fori da larve a sezione rotonda

    - Fori di sfarfallamento rotondi di 3 - 4 mm di diametro

    - Rosume fine e particole di escrementi di forma lenticolare

Misure contro i nostri nemici naturali del legno

Determinazione dell’estensione dell’aggressione
Se viene rilevata un’aggressione in atto da parte di insetti che attaccano su legno essiccato come capricorno del legno (Hylotrupes bajulus), tarlo (Anobiidae) o lictidi (Lyctidae), la prima cosa da fare è determinare l’ampiezza della zona interessata.
Per far ciò, intaccare, trapanare o intagliare con l’accetta gli spigoli accessibili dell’alburno di tutto il legno strutturale in un numero di punti sufficienti a determinare l’intensità dell’aggressione e dimensioni dell’area aggredita. I materiali legnosi devono essere solamente controllati per verniciare la presenza di fori si sfarfallamento. Esaminare anche eventuali rivestimenti o assiti. In are difficilmente accessibili, ad esempio in soffitte rese abitabili, può essere necessario scoperchiare il tetto. In elementi strutturali di interesse, evitare il più possibile l’intaglio con accetta per conservare la struttura originaria.

Asportazione ad accetta fino alle aree intatte
Rimuovere corteccia e libro da tutto il legno da trattare così come tutte le parti marce fino alle gallerie più interne che, una volta portate alla luce, devono essere spazzolate.

Controllo statico
La sezione rimanente deve essere controllata per verificarne la capacità statica residua. Qualora la struttura non soddisfi più i requisiti di portanza previsti, devono essere adottate misure di rinforzo con legno precedentemente trattato con un protettivo ad efficacia preventiva. In caso di dubbio consultare un ingegnere civile.

Scelta e applicazione dei protettivi per legno
Le superfici così esposte possono poi essere trattate a pennello o a spruzzo. Per il Anti-Insekt, un protettivo a base di solvente, sono necessarie almeno due mani di applicazione, per Adolit Holzwurmfrei, a base di sali, le mani di applicazione necessarie sono tre. Per entrambi i prodotti la quantità necessaria a garantire l’efficacia è pari a 300 - 350 ml/m2. L’efficacia dei prodotti per la protezione curativa dipende dai principi attivi utilizzati che possono esser a efficacia rapida o lenta. Nel caso dei prodotti a efficacia lenta, non è escluso che rimangano xilofagi vivi (soprattutto nel caso dell’orologio della morte) anche fino a 5 anni dopo il trattamento.

Situazioni particolari
Su strutture di valore storico e in aree difficilmente accessibili, in cui non è possibile rimuovere interamente la parti aggredite e danneggiate oppure non può essere effettuata un trattamento curativo da tutti i lati, è necessaria in aggiunta anche l’applicazione mediante saturazione di fori o iniezione senza pressione.
Quest’ultimo metodo è particolarmente indicato su soffitti e altre superfici sopra. testa. Le istruzioni specifiche per questi tipi di applicazione sono riportate sulle schede dei singoli prodotti.

©

Efficacia rapida

Anti-Insekt
I prodotti curativi conto insetti xilofagi a efficacia rapida contengono insetticidi piretroidi come principi attivi. La velocità di azione è pari a circa 8 - 16 settimane. Il principio attivo è continuamente efficace in tutti gli stadi di sviluppo degli insetti.

Organismo xilofago capricorno del legno tarlo del parquet Anobium orologio della morte
Efficacia sì (iniezione)
Durata (mesi) 3 - 6 3 2 - 4 3 - 6
Protezione preventiva j sì

Efficacia lenta

Adolit Holzwurmfrei
Come principi attivi, il prodotto contiene legami di boro anorganici (acido borico, borace) che sono efficaci in tutti gli stadi di sviluppo degli insetti. La velocità di azione è compresa tra 9 e18 mesi ed è dunque molto lenta. I sali di boro sono efficaci sia contro gli insetti che contro i funghi.

Organismo xilofago Capricorno del legno Tarlo del parquet Anobium Orologio della morte
Efficacia sì (iniziezione)
Durata (mesi) 9 - 18 6 - 9 9 - 18 9 - 18
Protezione preventiva